Il Maestro Manzi... e la CAA!

La rubrica della CAA: esperienze in campo #1

Maestro Manzi CAA
Leggere è sempre stata un'attività difficile perchè si tratta di mettere in relazione universi culturali differenti.
Certamente, questo è uno dei motivi per cui, nel nostro paese, si legge poco.

Ancora più difficile oggi diventa insegnare a leggere nelle classi dove sono presenti bimbi con difficoltà cognitive e bimbi che padroneggiano poco e magari male la nostra lingua.
Oggi, però, i docenti hanno uno strumento che ieri non esisteva, con caratteristiche di estrema serietà: lo strumento di scrittura in simboli della Comunicazione Aumentativa Alternativa.
Questo sistema simbolico basato sull'uso di immagini, più o meno iconiche a seconda del significato da trasmettere, arriva meglio e con più facilità al bambino ancora estraneo al mondo della lettura... o della lingua.

In modo empirico, chi non è più giovane, ha visto il maestro Manzi in televisione usare proprio le immagini, i disegni, per comunicare una parola e un concetto, e per insegnare agli alunni di tutta Italia a leggere e a scrivere.
Oggi, nella realtà multiculturale e complessa che si va definendo, la comunicazione vuole e deve raggiungere tutti senza escludere nessuno in maniera ancora più intensa. Gli strumenti idonei a questo scopo devono essere diffusi e conosciuti, per aiutare chi ha più bisogno ad avere punti di riferimento certi e sicuri. E a sentirsi magari più "libero" e autonomo.

Rosanna Pasi, presidente FLT e maestra di scuola

Ì